Federico Scarchilli | Domus Alba
943
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-943,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.0.2,vertical_menu_enabled, vertical_menu_transparency vertical_menu_transparency_on,paspartu_enabled,menu-animation-underline,side_area_uncovered,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2,vc_responsive

Domus Alba

L’architettura cistercense nel Lazio

 

La Domus Alba è un regno di pietra, materiale incolore tendente al bianco che richiama quei valori dimenticati dalla modernità, Domus alba è il luogo in cui si torna a fare dell’uomo un animale metafisico e spirituale; componenti strettamente umane, peculiarità che nelle nuove generazioni sono sempre meno visibili. Domus alba è un invito che cerca di ricostruire quel tessuto spirituale e di riconnetterlo a un’entità superiore: è un allontanamento da quel mondo ipersaturo di colori, di quell’interminabile frenesia che brucia istantaneamente le nostre vite e di quei suoni deliranti che affrontiamo quotidianamente. Domus alba è quell’isola di riposo che può salvarti dopo la tempesta, dove si può tornare ad ascoltare il silenzio ed elevare l’anima e così facendo la mente può tornare ad aprirsi alle grandezze infinite dell’universo; è un ritorno ad essere umani.